Vai al contenuto della pagina
I Mezzi - Lo Stendardo
ATR 42 MP in fase di rullaggioStendardo

Lo Stendardo delle Unità Navali della Guardia Costiera è insignito delle seguenti onorificenze:

26/11/1992 - Medaglia d'Oro di Benemerenza per la Scuola, la Cultura, e Arte per l'attività del Corpo in materia di salvaguardia del patrimonio archeologico sommerso


14/05/1996 - Medaglia d'Oro al Merito della Sanità Pubblica


17/05/1996 - Medaglia d'Oro al Merito Civile al Corpo delle Capitanerie di Porto - con la seguente motivazione:

"Nel corso di oltre un ventennio, dando prova di elevatissima professionalità, di encomiabile spirito di sacrificio e di incondizionato impegno, interveniva con uomini e mezzi in aiuto delle popolazioni costiere e degli abitanti delle isole, prodigandosi con immediatezza, efficacia, sensibilità e perizia marinanresca in un'attività generosa ed instancabile ed in innumerevoli operazioni di soccorso di quanti, sul litorale nazionale, si trovassero in condizioni di difficoltà".

1968/1996 - territorio nazionale -

Roma, addì 17 maggio 1996


11/05/2000 - Medaglia d'Oro al Merito Civile allo Stendardo delle Unità Navali - con la seguente motivazione:

"In occasione dei massicci e reiterati episodi di immigrazione clandestina il personale del Corpo, con grande tempestività e encomiabile professionalità, interveniva in soccorso dei numerosissimi profughi abbandonati in mare aperto o lungo i litorali.
Operando generosamente per il superiore fine di salvaguardare comunque la vita umana, offriva alla Nazione tutta splendido esempio di umana solidarietà ed elevato spirito di sacrificio "
.

1990/2000 - Canale di Otranto -

Roma, addì 11 maggio 2000


23/05/2003 - Medaglia d'Oro di Benemerenza in Materia Ambientale - con la seguente motivazione:

"Per la molteplicità e l'incisività degli inteventi eseguiti dagli uomini e dai mezzi del Corpo delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera per la tutela del mare, delle coste e delle specie marine protette, nonchè nell'organizzazione e coordinamento delle operazioni in occasione di eventi di inquinamento significativi ed anche di modesta entità, sempre con alto spirito di servizio, elevata professionalità e spiccato senso dello Stato, messi in luce nella quotidiana, costante e silenziosa attività dei Militari del Corpo ".

Roma, 23 maggio 2003


05/07/2004 - Medaglia d'Oro al Merito Civile alla Bandiera del Corpo delle Capitanerie di Porto - con la seguente motivazione:

"Il personale delle Capitanerie di Porto ha fronteggiato le emergenze legate all'enorme flusso dell'immigrazione clandestina via mare, rendendosi protagonista del soccorso, anche in condizioni atmosferiche avverse, dei cittadini extracomunitari presenti sulle imbarcazioni intercettate da unità del Corpo. La molteplicità degli interventi, effettuati con elevata professionalità, sia di giorno che di notte, hanno dato testimonianza di generoso spirito di umana solidarietà, di eccezionale coraggio, e di diffuso senso di abnegazione e dedizione al dovere, contribuendo a rafforzare la fiducia nelle Istituzioni ".

2001/2003 Lampedusa e Linosa

Roma, addì 5 luglio 2004


12/02/2009 - Medaglia d'Oro con spade di Benemerenza al Merito Melitense Sovrano militare ordine di Malta.


12/04/2011 - Attestato di pubblica Benemerenza del Dipartimento della Protezione Civile di 1ª Classe con Medaglia d'Oro per il contributo fornito nell’emergenza terremoto dell’Aquila.


20/05/2011 - Medaglia di Bronzo al merito civile alla Bandiera del Corpo delle Capitanerie di Porto - con la seguente motivazione:

"In occasione di un vasto incendio che aveva interessato il litorale, il personale della Capitaneria di porto con grande abnegazione occorreva immediatamente, nonostante la scarsissima visibilità dovuta alle fiamme e al fumo, per prestare soccorso ai numerosi turisti che, in preda al panico, si erano tuffati in mare, riuscendo a trarli in salvo. Chiaro esempio di alto senso del dovere e di elette virtù civiche che hanno suscitato la riconoscenza della collettività locale".

24 luglio 2007 Peschici (FG)

Roma, addì 20 Maggio 2011